Informazioni dettagliate Consigli utili Le destinazioni piú belle

Il frutto del genio di Antoni Gaudì: Casa Batllo


La Casa come Patrimonio Mondiale dell’Umanità.


Se si pensa alla Spagna e se si pensa a Barcellona in particolare non si può fare a meno di riferirsi a Casa Batllo.
Incastonata nel centro della città e acquistata nei primi del ‘900 dall’imprenditore ed industriale D. Josep Batllo Y
Casanova, l’opera d’arte di Antoni Gaudì, conosciuta in tutto il mondo, è visitata ogni anno da circa un milione di
persone, incuriositi dalla storia, dai segreti e da tutto ciò che circonda l’idea e la successiva costruzione di una Casa che
non ha eguali e che rappresenta un’icona del modernismo e senza dubbio dell’architettura e del design. Bene lo sa
l’UNESCO che da qualche anno l’ha dichiarata Patrimonio Mondiale  conferendo alla Casa un livello di simbolismo e
significato di valore altissimo e senza paragoni. Ma cosa rende così unica e magica questa costruzione? Cosa spinge così
tante persone a visitarla?

Senza dubbio affascina la persona che ne ha firmato l’originale idea e la successiva opera di
realizzazione, parliamo cioè di Antoni Gaudì. Grazie alla sua storia, alle sue idee e grazie ai suoi studi fu giustamente
considerato un genio, le sue opere hanno aspetti unici, irripetibili che lo hanno inserito tra i grandissimi della storia
dell’arte e dell’architettura. Se però si ricorda tra i suoi lavori solo la Casa Batllo si commette un errore: l’architetto
infatti ha creato altre opere incredibili come il Park Guell, la Torre Bellesguard, la Cattedrale di Maiorca, la chiesa di
Colonia Guell, la Pedrera ed infine la Sagrada Famiglia, altro simbolo della città catalana di Barcellona, che gli è valso
l’appellativo di “architetto di Dio”.

Casa Batllo


Le numerose attività e l’antica leggenda…


Casa Batllo tuttavia nasconde molto di più. Se la si osserva attentamente, se la si scruta in maniera profonda, il suo
aspetto porta la mente ad aspetti magici, quasi fiabeschi. Anzi, un’antica leggenda narra che una favola ispirò Gaudì
nella costruzione della struttura, un antico racconto legato a Sant Jordi, patrono della Catalogna, che salvò la città e una
bellissima principessa da un grosso drago. Ebbene l’architetto tentò con successo di personificare la fiaba nella Casa: se
si guarda la terrazza ad esempio non è difficile fare riferimento alla spina dorsale del drago, grazie a tegole di ceramica
inserite ad arte, che ricorda la spada trionfante del Santo.

Ed ancora balconi a forma di fiori in ricordo della principessa
salvata o a forma di teschi e a colonna a forma di ossa.  Ma la Casa Batllo è solo una visita veloce? Assolutamente no.
Vengono infatti offerte esperienze di diverso tipo, adatte a tutte le età. Spettacoli, degustazioni, concerti: tutti i gusti
possono essere soddisfatti all’interno dello stabile di Paseo de Gracia con un lungo calendario di appuntamenti
quotidiani che regalano emozioni uniche e fanno scoprire l’opera sotto diversi punti di vista mai pensati. Casa Batllo è
questo e molto altro, è emozione, è sensazione, è stupore.  Chi visita Barcellona deve passare qui e riportare a casa
l’idea di aver visto e toccato con mano qualcosa di veramente straordinario.

Torna alla lista